Tensivamente

Non hai mele? Prova con gli abbracci Featured

Rate this item
(2 votes)
Un famoso detto dice “Una mela al giorno toglie il medico di torno”. Non so se sia vero né se sia scientificamente provato. Sicuro è, invece, che gli abbracci agiscono come una forma di sostegno sociale, proteggendo le persone stressate dalle malattie.
 
Ce lo dicono i ricercatori della Carnegie Mellon University che, guidati da Sheldon Cohen, professore di psicologia, hanno effettuato uno studio, pubblicato poi sulla rivista scientifica Psychological Science, proprio sugli abbracci che sono degli indicatori di un rapporto intimo tra due persone.

Lo studio di Cohen, in realtà, si proponeva di determinare la “quantità” di protezione che potessero dare gli abbracci nei confronti dello stress e della vulnerabilità fisica che sono alla base di malattie come raffreddore e influenza. I ricercatori hanno, così, scoperto, che i soggetti che percepiscono l’esistenza di efficaci reti di sostegno sociale godono di un certo grado di protezione contro lo stress e, ovviamente, contro i disturbi fisici che ne conseguono. Abbracciarsi, quindi, ha una valenza di difesa dalle infezioni che potrebbero approfittare del momento di debolezza che ci procura l’esposizione al freddo: non solo il nostro calore corporeo non scende, ma si alzano anche le nostre difese immunitarie.

Adesso che siamo consapevoli di questo, l’istinto ci porterebbe a scendere in strada ad abbracciare chiunque passi. Ma prima di dare libero sfogo all’istinto, dobbiamo sapere che lo studio di Cohen e del suo team è molto complesso.
Il professore di psicologia aveva già effettuato studi precedenti dai quali era emerso che le interazioni sociali negative possono portare a un aumento del rischio di ipertensione nei soggetti al di sopra dei 50 anni.
In questo suo ultimo esperimento, Cohen ha sottoposto a 404 adulti sani questionari e interviste nei quali è stato chiesto ai partecipanti di indicare quante volte al giorno abbracciavano o venivano abbracciati. La frequenza di abbracci o conflitti è stata poi controllata anche attraverso interviste telefoniche fatte dagli sperimentatori ogni sera per 14 giorni. Infine i volontari sono stati esposti a un virus del raffreddore e, quindi, monitorati in quarantena.

È emerso che gli abbracci erano responsabili di un potere protettivo in oltre un terzo dei partecipanti. Tra quelli che hanno effettivamente contratto il virus, i soggetti che godevano di maggiore supporto sociale, cioè “i più abbracciati”, hanno mostrato sintomi più leggeri e sono guariti prima.

“Questo suggerisce che essere abbracciati da una persona della quale ci si fida può effettivamente funzionare – sostiene Cohen - e aumentare la frequenza degli abbracci può ridurre gli effetti nocivi dello stress”.

Ma si tratta veramente solo di affetto dal potere antinfluenzale? Non è sicuramente solo il sentirsi amati ad avere effetti positivi sulla salute. Infatti, durante l’abbraccio si libera l’ossitocina, l’ormone dell’amore, che a sua volta può avere effetti positivi sulla salute. Ed è possibile che durante il contatto fisico si sprigioni una serie di altre molecole, la cui presenza in circolo sia capace, non solo di rafforzare il sistema immunitario, ma di farci sentire coccolati, amati, insomma, non soli.
 
Anche Pablo Neruda lo diceva: "Il più delle volte un abbraccio è staccare un pezzettino di sé per donarlo all'altro affinché possa continuare il proprio cammino meno solo..."

In Evidenza

Facebook

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand
Tensivamente.it é una testata giornalistica registrata al Tribunale di Gela n.1/2013 | Direttore Responsabile - Stefania Pistritto | Editore - The Gela Times S.r.l.s. P.IVA | Tensivamente é un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati. Redesigned by Cooco Studio

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Cancel
Full Reviw on best bokkmakers by ArtBetting.NET
Read more for Ladbrokes the UK bookmakerLadbrokes UK - full information
The best online bookmaker in the UK read more... William Hill