Tensivamente

“Per le scale di Sicilia” ultimo capolavoro dello chef stellato Pino Cuttaia Featured

Rate this item
(0 votes)

“Inizialmente pensavo che le grandi scalinate che spesso vediamo nelle nostre città siciliane agli ingressi delle case fossero semplicemente delle scale, poi però ho scoperto che esse stesse rappresentavano il riscatto delle classi più povere. Il contadino voleva avere la stessa dignità del ricco specialmente in punto di morte, infatti le scale grandi servivano a dare la possibilità del passaggio alla bara che prima i più poveri non potevano permettersi”. Lo chef pluristellato licatese Pino Cuttaia racconta dove nasce l’idea del suo ultimo libro “Per le scale di Sicilia”, simposio di arte gastronomica, cultura siciliana e passione per le proprie radici, che è stato presentato ieri sera presso la libreria Randazzo in via Parioli alla presenza di numerosi fan ed appassionati di cucina. “Questa scoperta l’ho portata con me anche a lavoro, vi racconto un esempio. Avevo inventato un piatto di alici e caviale che avevo nominato il ricco e il povero, ma questo piatto non aveva un riscontro molto positivo. Poi ho pensato che la ricchezza e la povertà le ha inventate l’uomo e non la natura per cui ho deciso di togliere il caviale dal piatto e improvvisamente le alici hanno iniziato a respirare e a dare il meglio di sé. Lì è nato il piatto quadro di alici.”

Le esperienze raccontate dallo chef hanno incantato i partecipanti, il fascino della cucina innovativa e di altissima qualità di Cuttaia, che si definisce camurriusu perché molto attento ai dettagli, attinge dalle esperienze quotidiane, dai ricordi, dalla memoria olfattiva e sprigiona un magnetismo che ha reso lo chef de La Madia una vera e propria icona della cucina italiana e siciliana nel mondo.

L’evento è stato organizzato dall’Accademia Italiana della Cucina coadiuvata da Felicia Randazzo e Francesco Pira, docente di Comunicazione presso la l’Università di Messina, ex direttore della nostra testata giornalistica ed anche lui licatese come Cuttaia. “Sono orgoglioso di Pino Cuttaia per l’attaccamento che ha sempre dimostrato alla nostra Licata e alla nostra Sicilia” ha dichiarato il prof. Pira che ha moderato l’incontro ed ha raccontato degli aneddoti che hanno messo in risalto le qualità prima umane e poi professionali dello chef Cuttaia.

Noi della redazione ci siamo dati appuntamento con lo chef a La Madia per raccontarvi più da vicino, tramite la rubrica di cucina curata da Appeteating, profumi e sapori dell’arte di Cuttaia.

 

In Evidenza

Facebook

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand
Tensivamente.it é una testata giornalistica registrata al Tribunale di Gela n.1/2013 | Direttore Responsabile - Stefania Pistritto | Editore - The Gela Times S.r.l.s. P.IVA | Tensivamente é un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati. Redesigned by Cooco Studio

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Cancel
Full Reviw on best bokkmakers by ArtBetting.NET
Read more for Ladbrokes the UK bookmakerLadbrokes UK - full information
The best online bookmaker in the UK read more... William Hill