Tensivamente

Politica

Politica (740)

I consiglieri comunali di “Energie per l’Italia” Luigi Di Dio e Francesca Caruso, hanno presentato un’interrogazione con la quale chiedono all’amministrazione quali iniziative urgenti sta adottando per risolvere i problemi legati al mancato utilizzo del PalaCossiga, il cronoprogramma degli interventi che si intendono adottare e come l’amministrazione intende gestire la struttura. Il PalaCossiga venne inaugurato nell’ottobre del 2009 e da allora ospita le partite di diverse squadre locali di pallacanestro e di calcio a 5 ma è sempre stato utilizzato in maniera parziale. Il palazzetto attualmente è privo dell’impianto antincendio, dell’impianto di refrigerazione, dell’insonorizzazione e non dispone di acqua calda con metano ma di semplici scaldabagni elettrici che sono insufficienti. Inoltre il parquet non è a norma, per non parlare della parte dei sevizi collaterali. 

Published in Politica
Written by
Read more... 0

Il coordinatore cittadino di Forza Italia, Emanuele Maniscalco, esprime soddisfazione per lo splendido risultato elettorale ottenuto dalla lista Forza Italia a Gela: “Forza Italia in città è la prima forza politica, sintomo che la gente ha apprezzato la nostra proposta politica ed i nostri uomini messi in campo per questa tornata elettorale. Nel 2012 il partito era ai minimi storici sfiorando il 3,9% in citta, trend negativo confermato anche alle amministrative del 2015. Oggi il partito raggiunge il 28% in città, la percentuale più alta tra i comuni siciliani, questo risultato da credito all’ottimo lavoro svolto da tutti i dirigenti locali e provinciali, frutto di un rinnovamento della classe dirigente forzista messa in campo negli ultimi anni. Con la vittoria di Musumeci e lo splendido risultato di Forza Italia la città ha deciso di voltare pagina rispetto al fallimento della sinistra e dei grillini; la gente pretende un centrodestra forte e compatto a guida forzista, che riesca a dare slancio alla città. Noi abbiamo il dovere di lavorare per consegnare finalmente un sindaco azzurro a Gela; lo chiede il popolo”. Continua Maniscalco “i miei complimenti vanno a tutti e tre i candidati di Forza Italia, in particolare a Pino Federico che è stato di gran lunga il più suffragato in città, dimostrando di essere un leader ben radicato a Gela; al nostro coordinatore provinciale Michele Mancuso auguriamo un buon lavoro, sicuri che sarà come sempre al nostro fianco per una nuova rinascita della città di Gela”. 

Published in Politica
Written by
Read more... 0

Ecco tutti i risultati di preferenza ottenuti dai candidati in provincia di Caltanissetta. In tutto 289 le sezioni scrutinate su 289. In provincia di Caltanissetta conquistano un posto all’Ars, il candidato alla presidenza della Regione Giancarlo Cancelleri, Nuccio di Paola del Movimento 5 Stelle, il riconfermato Giuseppe Arancio del Pd e il candidato di Milena di Forza Italia, Michele Mancuso.

 

ELEZIONI REGIONALI DEL 5 NOVEMBRE 2017

Report Voti di Preferenza

Candidati alle Liste Provinciali

Provincia di Caltanissetta

Risultati degli scrutini di n. 289 sezioni su n. 289 sezioni

LISTA N. 1 ALLEANZA PER LA SICILIA - NELLO MUSUMECI PRESIDENTE - FRATELLI D'ITALIA ALLEANZA NAZIONALE - NOI CON SALVINI

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

BATTELLO PATRIZIA

CALTANISSETTA, 09-04-1965

1.418

2

LOMONACO FABIANO

SAN CATALDO (CL) 19-05-1973

380

3

SCARLATA GIUSEPPE

SAN CATALDO (CL), 07-04-1968

471

TOTALE

2269

 

LISTA N. 2 MOVIMENTO 5 STELLE

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

CANCELLERI GIOVANNI CARLO 
Detta/o GIANCARLO - CANCELLIERI

CALTANISSETTA, 31-05-1975

12.434

2

DI PAOLA NUNZIO 
Detta/o NUCCIO

GELA (CL) 11-06-1982

4.724

3

DAMANTE CONCETTA 
Detta/o KETTY

GELA (CL), 05-02-1972

2.190

TOTALE

19348

 

LISTA N. 3 SICILIANI LIBERI

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

CARSIDONA CATERINA

SANTA CATERINA VILLARMOSA (CL), 03-09-1956

110

2

LICARI ANTONIO ANDREA

CALTANISSETTA 03-04-1996

132

3

LOMONTE CIRO 
Detta/o LO MONTE

PALERMO, 09-05-1960

108

TOTALE

350

 

LISTA N. 4 NELLO MUSUMECI - #DIVENTERA' BELLISSIMA - PER LA SICILIA

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

BENNICI FABIO

CALTAGIRONE (CT), 05-08-1979

2.276

2

COMANDATORE DOMENICA ANNA MARIA

GELA (CL) 08-04-1970

1.556

3

RICOTTA MICHELE

SERRADIFALCO (CL), 11-02-1948

3.891

TOTALE

7723

 

LISTA N. 5 PDR - SICILIA FUTURA - PSI - MICARI PRESIDENTE

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

COLLETTO GRAZIA

SAN CATALDO (CL), 30-03-1959

1.631

2

MICCICHE' GIANLUCA ANTONELLO

CALTANISSETTA 06-08-1976

3.845

3

VENTURA GIUSEPPE 
Detta/o PEPPE

GELA (CL), 04-02-1975

1.779

TOTALE

7255

 

LISTA N. 6 CENTO PASSI PER LA SICILIA - CLAUDIO FAVA PRESIDENTE

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

AURIA GIUSEPPINA 
Detta/o GIUSY

SOMMATINO (CL), 11-09-1966

500

2

CAFA' PAOLO

GELA (CL) 18-05-1960

753

3

MORGANA GIUSEPPINA 
Detta/o PINA

CATANIA, 11-06-1965

530

TOTALE

1783

 

LISTA N. 7 MUSUMECI PRESIDENTE - SICILIA VERA - LIBERTAS - RETE DEMOCRATICA - UNIONE DI CENTRO

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

CATANIA GIUSEPPE SEBASTIANO

MUSSOMELI (CL), 20-01-1970

3.309

2

MELI MARIA FRANCA

NISCEMI (CL) 25-10-1974

895

3

PEPE VINCENZO

GELA (CL), 01-03-1965

2.377

TOTALE

6581

 

LISTA N. 8 MUSUMECI - FORZA ITALIA - BERLUSCONI

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

FEDERICO GIUSEPPE

GELA (CL), 18-03-1964

5.437

2

MANCUSO MICHELE

MILENA (CL) 15-12-1968

6.878

3

RICOTTA FILOMENA ADRIANA MARIA

CALTANISSETTA, 19-11-1964

1.159

TOTALE

13474

 

LISTA N. 9 PD - PARTITO DEMOCRATICO - MICARI PRESIDENTE

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

ARANCIO GIUSEPPE CONCETTO 
Detta/o PEPPE

GELA (CL), 08-12-1956

3.993

2

PETITTO ANNALISA MARIA

CATANIA 14-12-1977

2.568

3

ARENA SALVATORE MASSIMILIANO 
Detta/o MASSIMO

NISCEMI (CL), 23-03-1971

2.161

TOTALE

8722

 

LISTA N. 10 ARCIPELAGO SICILIA - MOVIMENTO DEI TERRITORI - MICARI PRESIDENTE

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

DI PIETRO ENNIO

GELA (CL), 09-05-1970

1.759

2

MAZZA SALVATORE

CALTANISSETTA 16-08-1962

820

3

MANDUCA SELENE ANGELA

NISCEMI (CL), 17-06-1991

152

TOTALE

2731

 

LISTA N. 11 ALTERNATIVA POPOLARE - CENTRISTI X MICARI

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

CACI ANGELO

GELA (CL), 22-12-1979

835

2

PIAZZA MARIA TINA

RIESI (CL) 29-07-1968

548

3

TURCO FABRIZIO ALESSANDRO GABRIELE

CALTANISSETTA, 25-05-1965

224

TOTALE

1607

 

LISTA N. 12 IDEA SICILIA - POPOLARI E AUTONOMISTI - MUSUMECI PRESIDENTE

 

Ordine

Cognome Nome

Luogo, Data di Nascita

Preferenze

1

BELLINA ANGELO

RIESI (CL), 05-02-1966

1.527

2

BURGIO LEONARDO 
Detta/o NANA' - NARDO

PALERMO 30-11-1983

2.502

3

IPPOLITO MARIA 
Detta/o MARIELLA

CATTOLICA ERACLEA (AG), 24-01-1960

2.118

TOTALE

6147

 

Published in Politica
Written by
Read more... 0
Esulta anche a Gela il Movimento 5 Stelle che conquista un seggio all’Assemblea Regionale Siciliana con Nuccio Di Paola, piange Forza Italia che invece si vede scappare il seggio a tutto favore del Vallone con Michele Mancuso di Milena che alla fine l’ha spuntata su Pino Federico e torna ad esultare il Pd con Peppuccio Arancio, nonostante il disastroso risultato delle urne. A Gela è andata – in qualche modo – secondo i pronostici anche se i delusi non mancano. Ma c’erano solo tre seggi da assegnare per il collegio nisseno e quindi fra gioie e lacrime, ecco che alla fine l’ultima parola è spettata alle urne. La città, lacerata dalla spaccatura fra il sindaco di Gela Domenico Messinese, eletto più di due anni fa, grazie all’appoggio dei grillini, culminata poi con il “divorzio” e il licenziamento di Messinese dal Movimento 5 Stelle, ha dimostrato di nutrire ancora delle simpatie per il Movimento, riservando a Di Paola, al giovane ingegnere gelese e docente precario di informatica di 35 anni, 4.724 preferenze. Piange l’uscente Pino Federico che nonostante sia stato premiato dai suoi elettori con 5.437 voti non è andato altrettanto bene nel resto della Provincia, che invece ha premiato Michele Mancuso, con 6.878 originario di Milena e che proprio mentre Federico era presidente della Provincia, lui ricopriva il ruolo di presidente del consiglio provinciale. Federico, con alle spalle già due legislature, era quasi certo che ce l’avrebbe fatta. Adesso torna a fare, come del resto ha sempre fatto, il medico odontoiatra.
E’ stata dura, come lui stesso ammette su un suo post pubblicato su Facebook e riconfermato per la seconda volta consecutiva al parlamento regionale, per un altro medico prestato alla politica, Giuseppe Arancio, psichiatra che ha conquistato 3993 preferenze. Anche qui si è consumata una spaccatura profonda, che ha lacerato il partito. La frattura, plateale come non mai, senza veli, si è consumata con il capogruppo al consiglio comunale di Gela, Vincenzo Cirignotta, che appoggiava il candidato della lista “Arcipelago Sicilia”, Ennio Di Pietro. Presto all’interno del Pd, dovrebbe arrivare la resa dei conti, perché chi ce l’ha fatta presenterà adesso il conto e sarà sicuramente un conto salato.
Arancio ha seguito il voto, con tutti i suoi sostenitori da casa sua. Poi, alla fine dello spoglio, ecco la foto di tutti, immortalati “felici e contenti” per la fine di una campagna elettorale velenosa e inquietante, segnata negli ultimi giorni da due attentati incendiari che hanno colpito due esponenti del Pd, Enrico Vella, segretario del presidente Crocetta e Alessandra Ascia, presidente del Consiglio Comunale.
Scrive Arancio sul suo profilo Facebook: “E alla fine la buona politica è stata quella a vincere! Grazie a tutti coloro che hanno creduto e sostenuto il progetto che abbiamo proposto nel nostro territorio, nonostante sia stata una campagna elettorale complicata e dai mille volti. Questo é un piccolo traguardo che segna un nuovo percorso da tracciare insieme. Grazie”. Di Paola ha scritto soltanto, dopo aver votato, “ho scelto il futuro”.
 

 

Published in Politica
Written by
Read more... 0

Il presidente della Regione Rosario Crocetta, questa mattina ha votato poco prima delle 13 nel plesso del quartiere Scavone, a Gela, a due passi dalla sua abitazione.  “Lascio – ha detto – con l’animo sereno, di chi ha fatto il proprio dovere. Si chiude una fase della mia vita e se ne apre un’altra. Non sono legato alla poltrona. Si apre per me una nuova fase che trovo molto stimolante perché penso ad un impegno politico immediato, diretto, in mezzo alla gente che è quello che mi è più congeniale. Sicuramente miro a riorganizzare il Megafono, a radicarlo in tutta la Sicilia”. Ha poi aggiunto che non c’è nessun patto fra lui e il segretario del Pd Matteo Renzi. “Renzi mi ha chiesto di non candidarmi alla presidenza della Regione, poi mi ha chiesto addirittura di togliere la lista del Megafono e di mettere i candidati nella lista Micari perché Orlando la lista non l’ha fatta e quindi l’abbiamo fatta noi con i nostri candidati. Nessun patto, solo un riconoscimento politico del Megafono come un soggetto che fa parte del Pd”. 

Published in Politica
Written by
Read more... 0

Dagli oneri di compensazione al Patto per il Sud, dagli stanziamenti per il sociale ai Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale, il sindaco di Gela Domenico Messinese ha passato in rassegna tutti i progetti realizzati, seguiti ed portati a finanziamento dalla sua amministrazione comunale. “Gela. Il futuro è oggi” è il nome dato alla manifestazione promossa ieri sera al Teatro Eschilo. Nell’iniziativa, il primo cittadino ha illustrato i finanziamenti intercettati, nuove ipotesi di sviluppo del territorio, i progetti cantierabili e cantierati, frutto di ottocentocinquanta giorni di amministrazione attiva. “È stato un momento di confronto e di trasparenza – ha dichiarato Messinese – in cui abbiamo comunicato alla città la vision dell’amministrazione comunale per il rilancio economico, infrastrutturale e sociale di Gela”. La platea del Teatro Eschilo era composta da cittadini, assessori, consiglieri comunali, organizzazioni di categoria. In prima fila c’era anche il presidente uscente della Regione Siciliana Rosario Crocetta che ha firmato numerosi decreti di finanziamento per progetti illustrati dal sindaco Messinese. Quest’ultimo ha invitato alla manifestazione di ieri anche tutti i candidati gelesi all’Assemblea Regionale Siciliana.

Published in Politica
Written by
Read more... 0

La commissione consiliare Urbanistica, Lavori Pubblici e Toponomastica ha presentato una mozione con la quale chiede al sindaco di attivare tutte le procedure per fare dismettere e bonificare dalla compagnia petrolifera l’impianto di erogazione di carburanti che si trova di fronte al cimitero, oramai dismesso, e di realizzare una rotatoria che permetterebbe il decongestionamento del traffico ed una maggiore sicurezza per i pedoni. La richiesta è stata presentata in considerazione del fatto che l’area in questione è interessata da un intenso traffico veicolare per la presenza di una scuola elementare, una scuola media e perché lo stesso cimitero monumentale frequentato quotidianamente da centinaia di cittadini. 

Published in Politica
Written by
Read more... 0
La mozione di sfiducia, così come era nell’aria oramai da qualche mese, si è rivelata solo un bluff. Con il ritiro della firma da parte del consigliere Maria Pingo, la mozione è decaduta perché è venuto meno il numero necessario per essere portata in consiglio comunale. In sostanza le 12 firme necessarie non ci sono più e quindi l’atto, per poter essere proposto in aula, dovrebbe essere nuovamente ripresentato alla presidenza del consiglio. E’ quanto ha annunciato oggi, nel corso di una conferenza stampa, il presidente del consiglio comunale Alessandra Ascia, che ha deciso di non portare l’atto in consiglio dopo aver consultato – fra l’altro – l’ufficio legale della Regione.
A firmarla erano stati i consiglieri Antonino Biundo, Giuseppe Ventura, Cristian Malluzzo, Maria Pingo (che nel frattempo ha ritirato la sua firma), Angela Maria Di Modica, Carmelo Casano, Enzo Giudice, Simone Morgana, Virginia Farruggia, Totò Scerra, Angelo Amato e Enzo Cascino. 
Published in Politica
Written by
Read more... 0
“Il Sindaco Messinese, nonostante l’aspetto bonario e ridanciano, prova a recitare una parte non sua, quella cioè del furbo. Sollecitato da un mio pubblico comunicato ad intervenire, senza tentennamenti, sulla vicenda del Gela calcio che ha visto direttamente coinvolto il suo vice sindaco Siciliano, prende una posizione superficiale, assolutamente non adeguata alla gravità della questione”. E’ quanto afferma in una nota, il leader di Un’altra Gela, Lucio Greco. “Convoca, insieme a tutta l’amministrazione comunale, una conferenza stampa per ricordarci che non tocca alla giunta sapere come spende i soldi una società privata, non rendendosi conto che una simile ovvietà è buona solo per qualche sciocco o per qualche mestierante della politica che cerca di avvicinarsi al potere per ragioni poco nobili.
Far passare, infatti, la Tekra, società che si occupa della raccolta dei rifiuti nella nostra città, alla stregua di una qualsiasi società privata che non ha alcun rapporto con l’amministrazione, appare un tentativo maldestro di voler uscire indenne da una vicenda così seria e delicata che può avere delle conseguenze pesanti non solo sul piano politico.
Lo sa bene il sindaco, come lo sanno bene tutti i cittadini, che la Tekra è stata al centro del dibattito politico nelle ultime elezioni municipale, che è stata attaccata violentemente dai grillini (lui compreso) e che ancora oggi svolge un ruolo su cui sono puntati gli occhi da parte di molte forze politiche.
Ricordiamo poi al sindaco che l’accusa rivolta da Torrenti a Siciliano, non è di quelle che di solito ci si scambia in un acceso dibattito politico; è, invece un’accusa pesante che travalica l’aspetto politico e fa entrare il Siciliano in una storia torbida e pericolosa. Il consigliere Torrenti non ha usato giri di parole e ha definito Siciliano “l’intermediario” della vicenda.
In questo modo Torrenti, consapevolmente o inconsapevolmente, gli attribuisce la patente di una sorta di faccendiere; accusa già grave se indirizzata ad un qualunque cittadino, devastante, invece, se indirizzata ad un vice sindaco che è anche assessore alla nettezza urbana, in stretto contatto quindi con i vertici della Tekra e che conduce, tra l’altro, i rapporti con l’Eni dove girano interessi da capogiro.
Mi aspettavo pertanto tuoni e fulmini da Messinese perché delle due l’una: o Il consigliere Torrenti ha detto una bugia e quindi l’azione della giunta dovrebbe essere più dura e convincente, oppure ha detto la verità e in tal caso il sindaco dovrebbe mandare a casa il presunto faccendiere.
Tertium non datur, non è ammessa cioè una terza possibilità”. 
Published in Politica
Written by
Read more... 0

Il consigliere Comunale Maria Pingo, dopo la riunione dei capigruppo, svoltasi due giorni fa, ha deciso di ritirare la sua firma dalla mozione di sfiducia al sindaco. “In realtà – si legge in una nota - la mozione di sfiducia al sindaco da parte di alcuni consiglieri comunali non è altro che una strumentalizzazione elettorale fatta da chi da una parte firma la mozione dall'altra apre trattative personali con il sindaco e la giunta comunale per un nuovo assetto del governo comunale. Non solo ma alcuna forza politica vorrebbero utilizzare questa sfiducia al solo scopo elettorale e propagandistico. Non condivido assolutamente questo modo di operare e ritengo che la mozione di sfiducia da me sottoscritta era ed è un atto di alto significato politico importante per il bene della città.Per questo motivo ritengo che in vista delle prossime elezioni regionali non sia utile ma altamente nocivo per la cittadinanza di parlare di mozione di sfiducia tralasciando la trattazione di atti amministrativi funzionali importanti come non Enzo della scuola primaria, il servizio nei confronti dei diversamente abili e gli aiuti straordinari alle famiglie disagiate che diversamente verrebbero trattate da un commissario ad acta Che cercherà la quadratura dei conti non il bene della città. Per tali motivi comunico formalmente è legittimamente che venga depennata la mia firma dell'atto di sfiducia al sindaco presentata il 27.09.2017 perché non ne condividono gli effetti politici ed elettorali."

Published in Politica
Written by
Read more... 0

In Evidenza

Facebook

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand
Tensivamente.it é una testata giornalistica registrata al Tribunale di Gela n.1/2013 | Direttore Responsabile - Stefania Pistritto | Editore - The Gela Times S.r.l.s. P.IVA | Tensivamente é un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati. Redesigned by Cooco Studio

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Cancel
Full Reviw on best bokkmakers by ArtBetting.NET
Read more for Ladbrokes the UK bookmakerLadbrokes UK - full information
The best online bookmaker in the UK read more... William Hill