Tensivamente

Error
  • JUser: :_load: Unable to load user with ID: 999
Economia

Economia (17)

Ogni tanto sui social si vede, dopo aver scartato tante bufale e qualche facile retorica “pace nel mondo”, qualcosa di meritevole, utile e buono. Si tratta di un appello spontaneo dei commercianti gelesi ai propri compaesani a riservare lo shopping natalizio ai negozi della nostra città. Lo scopo è quello di proteggere l’economia locale evitando di esportare i nostri piccioli fuori dalle “mura” di casa nostra, abitudine forse un po' troppo diffusa.

Questo spot è stato promosso da diversi imprenditori e fatto proprio da associazioni di categoria come la Confcommercio che è sempre in prima linea nella tutela e nella promozione delle attività commerciali ed imprenditoriali della città. Anche noi di Tensivamente vogliamo dare il nostro piccolo contributo alla causa.

Diciamolo forte e chiaro: in un periodo difficile come questo per Gela, di grande incertezza per il futuro delle nostre famiglie, bisogna stare uniti. E il fatto che si possa proteggere un po’ l’economia locale con un comportamento dei consumatori più responsabile e patriottico è una buona idea. Ci sarà sempre chi si lancerà in una critica spietata “sono troppo cari”, e chi preferirà sentirsi un cittadino internazionale andando a fare compere nelle aree metropolitane palermitane o catanesi. Lo sappiamo da sempre, siamo fatti così.

Ma vale comunque la pena rischiare di prendersi qualche critica per una causa “utile” alla città. I soldi che rimangono nelle casse dei negozi spesso servono a pagare lo stipendio di qualche giovane, o a finanziare qualche nuovo investimento che sarà realizzato da qualche altra impresa gelese. Non sono tutte Ferrari e yacht, perché se ce ne fossero parecchi in giro ce ne accorgeremmo da copiosi selfie su facebook o instagram.

A Natale si è soliti dire “siamo tutti più buoni”. Noi ci auguriamo che si possa diventare tutti più “sperti”, per dirla alla gelese, durante e dopo le feste.

Published in Economia
Written by
Read more... 0

"Il dialogo tra impresa, amministrazione e giovani è possibile ed è un occasione per la città" è il messaggio di speranza uscito dal dibattito organizzato dal Coordinamento delle opere ieri al teatro Eschilo. Ospiti gli esponenti dell'imprenditoria e dell'amministrazione locale: Luigi Greca (Ascot), Massimo Barbieri (AD Enimed) ed il vicesindaco Simone Siciliano sul palco hanno aperto l'incontro con le imprese, i commercialisti e gli studenti (erano presenti le ultime classi del liceo scientifico, dell'ITIS e del ITC).
L'incontro ha prima toccato il tema dell'internazionalizzazione arrivando fino alla denuncia dei giovani rappresentanti dell'ITIS sull'inefficienza della macchina burocratica locale e ai timori espressi da una studentessa dell'ITC sulla difficoltà economica di avviare nuove realtà.
"Puntate all'eccellenza nei mercati globali cercando clienti e non finanziatori... Tanti grandi progetti sono partiti con poche risorse ma con grande passione" è stato il consiglio dell'imprenditore Luigi Greca. Rincara poi la dose l'AD di Enimed, Barbieri: "Partendo da queste eccellenze si deve creare sinergia. Molteplici sono le opportunità e occasioni da sfruttare in campo internazionale - aggiungendo dopo - nei luoghi in cui Eni va crea sinergia, crea progetti che durino nel tempo, progetti sostenibili. Questo modello ha permesso a Mattei di battere la concorrenza mondiale."
"Occorre distinguere il compito amministrativo dal compito della politica - dice il vicesindaco, nonché responsabile allo sviluppo economico, Siciliano - Solo in campo politico l'amministrazione può avviare tutte quelle opere che possono agevolare l'attrazione di investimenti nel territorio."

A presentare il progetto di un contratto di rete è Francesco Greco, responsabile dello sviluppo economico del Coordinamento: "Bisogna ripensare l'approccio al mondo del lavoro: il dialogo è il punto centrale per lo sviluppo di un'economia vivace e una nuova cultura di impresa che veda il l'incontro tra più realtà come possibilità di crescita. L'evento ha arricchito tutti: da una parte i ragazzi degli istituti superiori hanno raccolto l'esperienza di manager navigati, quest'ultimi invece hanno percepito l'esigenza di un azione collettiva per aprire nuove possibilità al mondo del lavoro. Il nostro obiettivo è favorire la creatività di nuovi progetti imprenditoriali."

Published in Economia
Written by
Read more... 0

Il Progetto Mediterraneo Imprese del Coordinamento delle Opere nasce dall’esigenza di promuovere la cultura dell’incontro e della cooperazione tra imprese. Conoscersi, aiutarsi, fare rete sono oggi punti essenziali per la costruzione di un progetto imprenditoriale serio e competitivo, solo facendo rete è possibile superare le enormi barriere all’ingresso dei mercati globali, esportare prodotti italiani di eccellenza e assicurare l’adeguata sostenibilità del proprio modello di business.

L’obiettivo dichiarato del PMI è la costituzione di un contratto di rete, l’evento di apertura del 15 Aprile, che si terrà al teatro Eschilo, sarà il primo step di un iter volto al miglioramento e all’integrazione della proposta avanzata dal Coordinamento delle Opere con il contributo degli imprenditori gelesi.

“Abbiamo voluto coinvolgere tutti gli attori economici di questa città – ha dichiarato Francesco Greco, organizzatore dell’evento - imprenditori, professionisti, commercianti, artigiani ma soprattutto le scuole. E’ importantissimo che i ragazzi delle superiori comincino a farsi una loro idea sul mondo del lavoro e dell’impresa, ascoltando dal vivo le esperienze di imprenditori e manager. Siamo convinti che lo sviluppo economico di un territorio può esserci solo attraverso la sinergia delle realtà attive che lo compongono. Tutti devono fare la propria parte, anche le istituzioni, che tra iter burocratici interminabili e un’inefficienza spaventosa, incoraggiano tutti i giorni le persone di buona volontà a far le valigie e lasciare questo nostro incredibile Paese.”

Non le manda a dire Greco, in polemica con l’assessore Catania “A proposito di inefficienza della macchina pubblica vogliamo evidenziare che in data 10-3-16 è stata inoltrata richiesta di utilizzo del Teatro Comunale, sollecitata in data 17-3-16 a cui non è seguito alcun riscontro da parte dell’assessorato di competenza. L’associazione Coordinamento delle Opere ha dovuto provvedere a sue spese a stipulare una convenzione con l’ente gestore, che ringraziamo per la disponibilità.”

Published in Economia
Written by
Read more... 0

Internazionalizzazione d'impresa e sostegno delle start-up: una proposta di incontro tra le piccole e medie imprese proposta dal Coordinamento delle Opere.
La lettera è indirizzata alle attività e agli imprenditori gelesi al fine di creare una rete per lo sviluppo di nuovi progetti. Una sorta di incubatore per le attività che vogliono espandersi all'estero o che non hanno le forze per affrontare il periodo d'avvio in maniera autonoma.

Pubblichiamo di seguito la lettera del Coordinamento delle Opere, associazione promotrice del progetto:

"Vista la difficile situazione socio-economica che attraversa la nostra città, Il Coordinamento delle Opere, un’associazione che da sempre cerca di leggere le esigenze del contesto che viviamo, intende creare in tutti modi una convergenza tra le piccole e medie imprese dell'area di Gela.

Abbiamo già buttato sul tavolo alcune proposte che vogliamo condividere con le imprese locali: 

                  1)              Creare un momento di incontro tra le aziende strutturate presenti sul territorio e quelle start-up pensate da giovani imprenditori e professionisti che oggi però non trovano le risorse per avviare la propria attività e penetrare il mercato.

Riteniamo infatti che la spinta innovativa portata da giovani "impregnati" del mondo digital insieme alla concretezza e all'esperienza di imprenditori che da parecchi anni portano avanti le loro aziende, possa essere un mix vincente. 

                  2)              Avvio di processi di accompagnamento all'estero quelle aziende che oggi hanno difficoltà a trovare mercato in Italia e in       particolare in Sicilia. 

Per molti infatti il processo di internazionalizzazione diventa un ostacolo insormontabile per via di difficoltà di tipo logistico, giuridico ed economico. In questo difficile percorso abbiamo trovato la disponibilità di Eni ad avviare un tavolo di lavoro per trattare la questione.

 

In merito a quest’ultimo punto, è stata avviata un’indagine esplorativa per raccogliere la volontà degli imprenditori gelesi a partecipare al progetto.

Gli interessati dovranno fornire le seguenti informazioni utili sulla propria azienda.

                  A titolo indicativo:

                                    Tipologia di azienda

                                    Dimensione dell’azienda e fatturato

                                    Diversificazione del volume d’affari

                                    Esperienze sul territorio e al di fuori della Sicilia

                                    Disponibilità di massima al rischio paese

Inutile dire che per far si che questi buoni propositi possano trovare riscontro serve l’impegno e il contributo di tutti, come diceva Ford “mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo”.

Per maggiori informazioni e/o partecipare ai prossimi incontri contattare il responsabile Francesco Greco o la pagina facebook del Coordinamento delle Opere.

Francesco Greco
Resp. Sviluppo Economico del CdO
cell: +39 349 1857558
email
:
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.">This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
"
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.">

 
Published in Economia
Written by
Read more... 0
Ci sono delle agevolazioni per la nuova imprenditoria giovanile e femminile finanziate da Invitalia, secondo gli indirizzi dettati dal  Ministero per lo  Sviluppo Economico. Ne dà notizia la Confartigianato di Caltanissetta. Il  bando si rivolge a micro e piccole imprese a prevalente o totale partecipazione giovanile – con un età compresa tra i 18 e i 35 anni - o femminile, costituite da non più di 12 mesi, che intendono presentare dei progetti d'investimento volti alla produzione di beni nei settori dell’industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, fornitura dei servizi, commercio e valorizzazione della filiera turistica e del patrimonio culturale.

I mutui agevolati a tasso zero verranno erogati per il 75% del costo ammissibile del progetto per un massimo di 1,5 milioni di euro per singola impresa.

“Una nuova opportunità - sostiene Beniamino Tarcisio Sberna, Presidente della Confartigianato di Caltanissetta -  che ponendosi variegati ambiti di finanziamento, potrebbe dare respiro alle nuove start up, incentivando tutti i giovani a creare impresa “.

Per la domanda di ammissione la Confartigianato - sede provinciale sita a Caltanissetta in Via Cavour n. 64  tel.0934/22226 - ha predisposto uno sportello dedicato attivo ogni settimana il mercoledì mattina dalle 9.30 alle 11.30.
Published in Economia
Written by
Read more... 0

Ieri pomeriggio, dal tramonto fino a tarda sera, in una suggestiva location nella zona di Manfria il gruppo di insegnanti dell’Istituto Tecnico Commerciale “Luigi Sturzo” dell’indirizzo Turistico formato da Fabio Nalbone, Ornella Cicarelli, Angela Di Pietro, Pina Magazzù, Gabriella Calaciura e Mariangela Faraci, vicepreside che ha messo a disposizione la propria abitazione per l’occasione, ha organizzato una giornata all’insegna della cucina tradizionale siciliana per far conoscere ai giovani danesi Sofia Steinmetz, Rune Breum e Sarah Witthoft, venuti in visita a Gela, i sapori della nostra terra.
Gli studenti della quarta A Alessia Caci, Danilo Guastella, Francesca Cannì e Gloria Russo hanno accolto i ragazzi danesi e, insieme a loro, si sono cimentati nella preparazione di alcune ricette tipiche siciliane come la caponata di melanzane, gli arancini al ragù, la pasta alla norma coadiuvati dalla brigata al completo di Appeteating, la nuova società di catering gelese, composta dallo chef Totò Catania, il sous-chef Gianni Cravana e lo chef-patissier Rosa Scudera che hanno illustrato le tecniche degli elaborati culinari.
Presente all’evento anche il preside Grazio Di Bartolo che ha espresso soddisfazione per l’iniziativa.

Il percorso enogastronomico ha poi deliziato il palato dei commensali con alcune eccellenze del nostro territorio: il pane di Gela, i fichi d’India di San Cono, l’uva di Mazzarrone, i cioccolatini al vino di produzione gelese di DivineDelizie e, omaggio dello chef, il vino anch’esso di produzione gelese Gradiva Collectio nero d’Avola di Casa di Grazia.

Immancabili in chiusura i cannoli con la ricotta profumata alla cannella e al cedro candito.

Prodotti del territorio, amore per la propria terra, tramonto suggestivo, convivialità ed ospitalità, sono questi gli ingredienti per un “assaggio” della Gela turistica che tutti i gelesi desiderano.

Published in Economia
Written by
Read more... 0
L’Eni è disponibile ad aprire i cantieri all’estero anche alle aziende che operano nell’indotto di Gela. Questo quanto emerso nel corso di un incontro svoltosi in prefettura fra i vertici Eni, i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e  Uil, Ignazio Giudice, Emanuele Gallo e Maurizio Castania e i rappresentanti di Confindustria Sicilia e Legacoop. L’Eni ha individuato, servizi, attività, lavori e forniture oggetto di procedimenti di gara che potrebbero essere di interesse per le imprese dell’indotto. La tipologia di attività, i tempi i paesi e i vincoli locali saranno al centro di altri incontri che si terranno nei prossimi giorni. 
Published in Economia
Written by
Read more... 0
CALTANISSETTA, 15 SETTEMBRE - “A Gela la situazione è ogni giorno più delicata. Sulla vicenda della riconversione della raffineria c'è un lungo percorso intrapreso che vede coinvolte tutte le parti sociali e le associazioni di categoria. Per questo contestiamo l'iniziativa intrapresa dal Comune di Gela: una vera fuga in avanti che non possiamo condividere anche per i modi”. E' quanto sostengono Carmelo Turco, delegato di Confindustria Sicilia per i rapporti con le imprese dei settori petrolchimico e della raffinazione, e Marco Venturi, rispettivamente presidente di Confindustria Centro Sicilia.
Una presa di posizione netta nei confronti del Comune di Gela che domani al Ministero dello Sviluppo Economico, presenterà una nuova bozza di accordo di programma da sottoporre all'advisor Invitalia.
“Esiste un protocollo sottoscritto da tutte le parti sociali e datoriali. C'è un tavolo tecnico presso la Prefettura di Caltanissetta – proseguono Turco e Venturi – a cui pure partecipa il comune di Gela. Per questo fatichiamo a comprendere la decisione unilaterale dell'amministrazione comunale gelese che ha scelto di lavorare secondo i vecchi metodi della politica, non condividendo le proprie determinazioni con nessuno”.
Occorre – secondo Confindustria - tenere accesi i riflettori sulla raffineria di Gela, rilanciando l'attuazione del Protocollo d'intesa del 6 novembre 2014, e giungere il più presto possibile alla definizione delle misure attuative discendenti dalla dichiarazione di area di crisi complessa del sito di Gela da cui dipendono i i 2,2 miliardi di investimenti programmati da Eni.
Per questo “auspichiamo un maggiore senso di responsabilità da parte di tutti, in primo luogo da parte dell'amministrazione comunale di Gela, in considerazione del fatto che – concludono Turco e Venturi - operai e imprese vivono un momento di gravissima crisi che si spera non si traduca in fatti eclatanti”.
Published in Economia
Written by
Read more... 0

E’ mancato un soffio di vento al progetto “Draunara” del trio gelese Alessandro Campanaro, Bruno Belluccia e Renato Belluccia per aggiudicarsi la vittoria del bando “Boom Polmoni Urbani” a cui avevano partecipato più di 500 progetti. Draunara è arrivato in finale, nella selezione dei migliori 10 progetti.

La forza di Draunara sta innanzitutto in un tipo di comunicazione fortemente evocativa e nell’ambizione dei propri obiettivi. Per i siciliani di un tempo la draunara era un vento impetuoso carico di pioggia causato dal movimento dirompente della coda di un drago, la stessa azione dirompente che il progetto Draunara vuole sviluppare a Gela attraverso la spinta su tre “vele”, un chiaro riferimento d’ immagine coordinata alle vele di Shiplab, l’associazione di promozione sociale acceleratore di start-up in seno al quale Draunara ha mosso i primi passi. Le tre vele sarebbero degli immobili dislocati in quartieri diversi (Sant’Ippolito, Settefarine e Caposoprano) dove sviluppare le tre aree: il co-working sail, il laboratory factory e la cultural sail.

La vela/co­working (quartiere Sant’ippolito) concerne la condivisione di un ambiente di lavoro tra attività indipendenti. L'attività di co­working è il raduno sociale di un gruppo di persone che stanno ancora lavorando in modo indipendente, anche in settori diversi tra loro, ma che condividono dei valori e sono interessati alla sinergia che può svilupparsi tra settori affini o lavorando a contatto con persone di talento.

La vela/maker lab (o laboratory factory, previsto nel quartiere Settefarine) sarà una piccola officina che offre servizi personalizzati di fabbricazione digitale con un laboratorio dotato di una serie di strumenti computerizzati in grado di realizzare, in maniera flessibile e semi­automatica, un'ampia gamma di oggetti. Tra questi vi sono prodotti tecnologici e dispositivi come stampanti 3D, taglio laser, frese CNC, utili alle esigenze di privati o aziende.

La vela/culturale (quartiere Caposoprano) sarà un luogo che ospiterà eventi riguardanti tutti i settori dell’innovazione. Lo spazio, rappresenterà un punto di aggregazione dove chiunque voglia aggiornarsi  potrà partecipare alle attività programmate, a eventi e corsi che saranno realizzati nella struttura.

Gli obiettivi di Draunara sono:

1) sviluppo dell’autoimprenditorialità;                          

2) nascita di startup;

3) organizzazione di eventi;

4) arginare l’emigrazione dei giovani talenti locali;

5) dare nuova linfa alle attività commerciali già esistenti;

6) diffondere la cultura della sostenibilità in diversi settori;

Come più volte ribadito dagli stessi ideatori gelesi galvanizzati dall’ottimo risultato conseguito al concorso, il vento di cambiamento di Draunara non è destinato a fermarsi.

Published in Economia
Written by
Read more... 0

La Fiera dell’economia locale organizzata dalla Banca del Nisseno è giunta alla sua terza edizione. La tre giorni del “Festival del socio” animerà il centro storico di Caltanissetta il 31 luglio, l’1 e il 2 agosto. Cento imprese del territorio avranno una vetrina importante dove presentare i propri prodotti e servizi, far conoscere le proprie realtà produttive e scambiarsi contatti utili. Oltre agli stand messi a disposizione per le imprese i visitatori potranno apprezzare le proposte artistiche, le degustazioni di prodotti tipici e le tradizioni artigianali che andranno a impreziosire l’evento.

“Noi puntiamo allo sviluppo dell’economia reale e lo facciamo consentendo ai rappresentanti del tessuto produttivo di far conoscere le proprie eccellenze” ha dichiarato il presidente Giuseppe Di Forti al taglio del nastro che ha inaugurato la kermesse. La fiera sarà visitabile tutti i giorni dalle 19,30 in poi. Nelle giornate di sabato e domenica, a partire dalle 9,00 fino alle 18,00 si svolgerà il concorso regionale di pittura e scultura estemporanea che coinvolgerà numerosi artisti, tra pittori e scultori. 

Published in Economia
Written by
Read more... 0

In Evidenza

Facebook

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand
Tensivamente.it é una testata giornalistica registrata al Tribunale di Gela n.1/2013 | Direttore Responsabile - Stefania Pistritto | Editore - The Gela Times S.r.l.s. P.IVA | Tensivamente é un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati. Redesigned by Cooco Studio

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Cancel
Full Reviw on best bokkmakers by ArtBetting.NET
Read more for Ladbrokes the UK bookmakerLadbrokes UK - full information
The best online bookmaker in the UK read more... William Hill