Tensivamente

Salute

Salute (12)

Articolo a cura di: ERBORISTERIA SALUS - dott.ssa G. Mucciarella

La panniculopatia edemo fibro sclerotica o più comunemente conosciuta come "CELLULITE" ,altro non è che un'infiammazione che riguarda i tessuti adiposi deposti sotto il derma.
Questa malattia colpisce il 90% delle donne e non sempre è legata al sovrappeso.
Le cause scatenanti sono molteplici come:
  • predisposizione genetica
  • disfunzioni endocrine
  • disordini alimentari
  • cattive posture
  • mal funzionamento del sistema vascolare 
Chi è afflitta da questa patologia nota subito la classica "buccia d'arancia" dovuta all'aumentato volume delle cellule a causa della ritenzione idrica.
Per combattere ciò bisogna innanzitutto valutare quali sono le cause scatenanti e agire su queste.
La Natura ci  mette a disposizione diverse armi per poter combattere la CELLULITE.
  • L''ananas, viene utilizzata per la sua azione antinfiammatoria, antiedemigena, oltre che per la capacità di aumentare la permeabilità capillare e facilitare il drenaggio dei liquidi;
  • Il the verde, oltre ad essere un ottimo drenante,grazie al contenuto di caffeina, aiuta a stimolare il metabolismo;
  • L'ippocastano, oltre ad aumentare il tono venoso e la resistenza capillare è un ottimo antiedemigeno;
  • Ortosiphon, equiseto, pilosella, caigua e betulla sono tutti ottimi diuretici;
Evitiamo il faidate e affidiamoci sempre a personale competente e qualificato nella scelta di ciò che può essere più utile al nostro corpo.

Per maggioi informazoni: Erboristeria Salus, via Navarra 123, Gela.
Published in Salute
Written by
Read more... 0
Quindi se anche tu desideri avere delle gambe più snelle e senza cellulite, questo articolo fa per te.

 

Purtroppo la donna è geneticamente predisposta a fare i conti prima o poi con la cellulite, e nonostante questo rischio, nonostante qualsiasi donna vorrebbe avere gambe sode e snelle e senza alcun inestetismo, molto spesso  si fa troppo poco per prevenire la cellulite o per combatterla. 

Un po per rassegnazione, molte donne infatti pensano che sia troppo difficile o impossibile curarla o quanto meno renderla accettabile, un po per pigrizia, molte donne pensano sia troppo faticoso o richieda troppo tempo e un po ignoranza (nessuno a scuola ti spiega infatti come combattere la cellulite). E così la maggior parte delle donne si ritrova costantemente in uno stato di insoddisfazione e di imbarazzo ogni volta che deve mostrare le proprie gambe. 

Ti ci rivedi? Se si, sappi allora che con semplici accorgimenti potrai in maniera veloce e semplice contrastare e combattere la cellulite e pian piano riprenderti il copro che più desideri.

Senza andare troppo nello specifico e nello scientifico, la cellulite nasce fondamentalmente per problemi di circolazione, vascolarizzazione del tessuto adiposo. Andare a stimolare la circolazione o eliminare gli ostacoli che non ne permettono il corretto funzionamento in quelle parti del corpo critiche (gambe, glutei e addome), ti permetterà di ottenere risultati visibili in poco tempo.

Ecco le 12 principali causa della cellulite: 

1.Vita sedentaria: fare poca attività fisica è una delle cause principali di mal funzionamento del microcircolo. Il sangue quindi non arriva ad ossigenare tutti i tessuti periferici e ciò comparta un peggioramento della vascolarizzazione del tessuto adiposo.
2.Tacchi alti e vestiti stretti. 
3. Medicine e pillola anticoncezionale.
4. Cattiva idratazione.
5. Stress: concediti dei momenti di relax, fai un massaggio drenante ogni tanto.
6.Cattiva postura. Comincia a pensare ogni volta che stai seduta o in piedi se stai assumendo una postura corretta, o comincia un corso di yoga o pilates 
7.Sale, zucchero.
8.Fumo.
9.Alcool.
10.Bevande eccitanti (caffè, redbull...)
11. Sport ed esercizi sbagliati: alcuni esercizi e attività possono peggiorare la tua situazione. Affidati sempre a persone esperte prima di cominciare.
12.Dormire poco, male o negli orari sbagliati. 

Published in Salute
Written by
Read more... 0
- A cura di Vitality - 

Parla il nostro ESPERTO di POSTURA...Assolutamente da leggere!!

Andresti in giro con una ruota della macchina storta? Sicuramente no, anzi, correresti dal meccanico per risolvere la questione e nemmeno gli chiederesti prima "quanto costa?" Già, perché nelle cose che reputiamo importanti, non badiamo a spese ed interveniamo in fretta. Fai la stessa cosa con la tua postura?

POSTURA.... questa parolina ormai fa parte del lessico comune, ma a quanto pare ancora nessuno dà importanza che merita.

Le posture che assumiamo quotidianamente per molte ore al giorno, sono per lo più MOLTO scorrette e portano inevitabilmente il corpo e la colonna a prendere posizioni poco lineari, storte, se così vogliamo definirle.

La colonna vertebrale è composta da una serie di vertebre, separate da una serie di dischi gelatinosi, i famosi dischi intervertebrali, che servono per ammortizzare i carichi e garantire flessibilità.
Tutte le vertebre poi sono tenute assieme da una serie di muscoli che ne garantiscono invece la struttura e il movimento.
In situazioni normali, quando cioè la muscolatura mantiene un certo grado di flessibilità, la colonna mantiene la sua normale lunghezza e garantisce tutti i movimenti possibili in estensione, flessione, inclinazione, rotazione.
Purtroppo le posture scorrette, in questo caso quelle in chiusura anteriore, che normalmente assumiamo quando siamo alla scrivania, o quando guidiamo o quando utilizziamo il nostro amatissimo smartphone portano la muscolatura a 'ritrarsi', ad accorciarsi in pratica.
Alle posture scorrette si va ad aggiungere il fatto che siamo sempre sotto STRESS, tesi, agitati, di corsa e questo va ad influire pesantemente sulla respirazione e quindi sul nostro povero DIAFRAMMA, che guarda caso arriva ad inserirsi proprio nelle ultime vertebre dorsali.

Molte persone (la stragrande maggioranza), finché lavora o sta seduta in ufficio non utilizza per niente il nostro principale muscolo respiratorio, ossia il diaframma.
Vuoi per la tensione lavorativa, vuoi per la posizione scomoda, vuoi perché non sappiamo proprio come utilizzarlo, fatto sta che la respirazione è breve, veloce, piccola, toracica e poco profonda.
Risultato: accumulo di tensione su spalle e collo (per eccessivo utilizzo dei muscoli accessori respiratori posti su collo e parte alta del dorso, al posto di utilizzare il diaframma), mal di schiena in zona dorso/lombare (perché non utilizzando il diaframma quella zona si contrae e si irrigidisce sempre più).

✳️...." Ecco i 4 TRUCCHI per evitare di assumere posture scorrette"....✳️

1) muovetevi più spesso possibile, ogni volta che iniziate a sentirne il bisogno, e se ascoltate il vostro corpo, vi garantisco che ve lo farà capire; camminate, parcheggiate l'auto un po' più lontano, fate qualche piano di scale, non se ne può più di vedere gente che parcheggerebbe dentro il supermercato se potesse;
2) Fate degli esercizi per allungare i muscoli che si accorciano e tonificare quelli che si allungano troppo. In questo fatevi aiutare da un buon personal trainer che saprà sicuramente consigliarvi gli esercizi più idonei. A volte solo alzare o spostare il monitor o la sedia dà risultati eccellenti;
3) Se passate più di 2 ore nella stessa posizione, fate dei piccoli esercizi anche sul posto di lavoro, ci vogliono 2 minuti e fa davvero la differenza.
4) Fate qualsiasi sport (gli scacchi non valgono) almeno 3 volte a settimana, ma fatene uno che vi piace davvero, solo così riuscirete a essere costanti.

Oltre ai 4 trucchi oggi voglio farvi 2 REGALI:

1° REGALO: Quando sei seduto (in ufficio a casa al bar) rimani seduto senza appoggiarti allo schienale, mantenendo quindi quasi completamente le 3 curve fisiologiche della schiena (cervicale, dorsale e lombare);
2° REGALO: Respira correttamente. Inspirando con il naso, utilizza il diaframma 'gonfiando' l'addome, ed espira in modo profondo senza soffiare o utilizzare gli addominali, ma lasciando che l'aria esca in modo fluido e spontaneo.

Dr. Antonio Motta
Personal Trainer
Posturologo

Published in Salute
Written by
Read more... 0

a cura di Vitality

Come ogni anno, probabilmente anche tu finisci le vacanze con qualche chilo in più e un po di pesantezza e spossatezza generale che rendono ancora più difficile il ritorno alla normalità. Ovviamente non è colpa tua: come fare a dire di no ad aperitivi, cene, drink, scampagnate etc?

Di solito sono 2 o 3 chili in più che ci portiamo derivati dall’abuso di cibo, alcol e accentuati dallo stato di rilassamento. Perderli, se necessario, non sarà complicato ma prima di tutto sarà indispensabile disintossicare il nostro corpo. Depurare è la parola d’ordine.

Se anche tu vuoi al più presto ritornare in forma e depurarti (bastano 2 o 3 giorni) rimediando agli eccessi estivi, prenditi 5 minuti e segui i nostri consigli:

  1. Smaltisci le tossine:  bevi tanta acqua naturale, almeno un litro e mezzo al giorno oppure tisane drenanti, tea verde senza l’aggiunta di zucchero. Elimina caffè e bevande gassate, riduci il fumo il più possibile.
  2. Mangia tanta frutta e verdura di stagione,  ricca di fibre e con un apporto calorico basso. La verdura va condita  solo con poco olio e limone.
  3. Evita pasta e pane, preferisci riso integrale con poco olio
  4. Assumi alimenti ricchi di proprietà antiossidanti:  carote, spinaci, mais, mango, pesche, cocomero, zucca, mirtilli, kiwi, more, arance, peperoni rossi, papaya, melone, broccoli e pomodori.
  5. Scegli cibi ricchi di fibre e cereali per aiutare l’intestino nello smaltimento delle tossine.
  6. Evita alimenti troppo complessi, snack, dolci, sughi ricchi e pesanti, latticini e insaccati.
  7. Fai una bella sauna per eliminare tossine e allargare i pori della pelle.
  8. Riposa bene e almeno 7 ore a notte (anche se non è semplice riprendere i ritmi dopo le vacanze).
  9. Tieni attivo il metabolismo facendo attività fisica all’aperto o in palestra.
  10. Respira: una buona e profonda respirazione stimola la disintossicazione migliorando l’ossigenazione delle cellule.

Adesso hai 10 utilissimi consigli per cominciare da subito a disintossicare il tuo fisico dagli eccessi delle vacanze e riprendere con più forza ed energia la routine quotidiana. Bastano solo pochi giorni per disintossicarti, quindi non perdere altro tempo.

Sei interessato a ricevere altri consigli su salute e benessere? Vai sul nostro sito www.vitality.fitness e iscriviti alla nostra newsletter 

Published in Salute
Written by
Read more... 0
A cura di Vitality

Kaizen è una parola giapponese e significa cambiare in meglio, miglioramento continuo. Da questa parola, che è diventata una vera e propria filosofia e stile di vita, i giapponesi hanno inventato un metodo davvero efficace per vincere la pigrizia in qualsiasi ambito della tua vita che ti renderà più semplice e piacevole raggiungere i tuoi obiettivi: terminare un progetto, fare una cosa che trascuri da tanto tempo oppure vivere in modo più salutare, iniziare una dieta o iscriverti e frequentare la palestra.

In cosa consiste il metodo Kaizen? 

Semplice, basta eseguire l'azione che rimandi da tanto tempo solo per 1 minuto al giorno. Si, hai capito bene. Basta che ogni giorno cominci ad esempio a fare un po di addominali o flessioni o una corsetta solo per 1 minuto al giorno. Facile no?

Oppure puoi leggere 1 pagina al giorno di un libro, mettere in ordine il garage o riordinare la tua stanza solo per 1 minuto.

Facendo così cominci ad abituarti alla novità e a poco a poco l'azione o l'attività che non ti piaceva fare diventerà parte della tua routine quotidiana e non sarà più così difficile da fare.

Ti accorgerai che giorno dopo giorno, in maniera automatica, dedicherai sempre più tempo all'attività prescelta e così in breve tempo, mantenerti in forma, tenere la casa in ordine o finire un libro diventerà più semplice e divertente.

Comincia da subito e ti accorgerai presto dell'infallibilità di questo metodo.

Published in Salute
Written by
Read more... 0

A cura di Vitality


Il nostro corpo è stato progettato e si è evoluto per muoversi, correre, saltare, arrampicarsi eppure la società moderna con tutti gli agi e comodità che ci offre, piano piano ci sta facendo dimenticare il vero scopo per cui siamo vivi: stare in movimento. 



E' proprio quando ci dimentichiamo di prenderci cura del nostro corpo per tanto tempo che lui si ribella dandoci dei segnali che sarebbe meglio non sottovalutare.



Quindi se sei un pigro cronico, un fan sfegatato del divano e di tutte le comodità, se non sai nemmeno come sono fatte delle scarpe di ginnastica, e non parcheggi mai più lontano di 100 metri dalla tua meta, ti consiglio di fermarti 2 minuti e leggere attentamente le 7 disgrazie che ti possono capitare se non la smetti di trascurare il tuo fisico.



1) Invecchiamento precoce. A chi piace dimostrare più anni di quelli che si hanno? Dopo i 30 anni comincia il processo di decadimento del tuo corpo. Questo processo non può fermarsi. La sedentarietà lo accelera ulteriormente, al contrario l'attività fisica lo può rallentare e di parecchio. Non ti lamentare quindi se aumentano le rughe e gli acciacchi con il passare del tempo e il tuo amico coetaneo dimostra 10 anni in meno.



2) Morte prematura. Ancora peggio dell'invecchiamento!!! I sedentari hanno il 40% di probabilità in più di morire prematuramente rispetto a chi fa attività fisica. I seri rischi sono infarto, ictus, cancro, trombosi venosa, embolia polmonare. Ogni anno nel mondo occidentale si contano milioni di decessi dovuti ad inattività, lo  sapevi? 



3) Sovrappeso e obesitàStando seduti si consumano meno energie. Se aggiungiamo il fattore “sovralimentazione” (che negli anni recenti è diventata un altro serio problema), si capisce che teniamo in corpo calorie e sostanze nocive in eccesso. Il grasso tende ad accumularsi e diventa sempre più difficile riuscire ad eliminarlo e addio alla linea. Lo sapevi che perfino masticare una chewing-gum consuma più energia di star fermo senza fare niente? 

4) Malattie e disfunzioni che non ti permettono di vivere una vita serena e in salute: ipertensione, diabete, disturbi del sonno, emicrania sono quelle più comuni.

5) Problemi di circolazione, buccia d'arancia e cellulite. Quando si sta molte ore fermi, il sangue non circola adeguatamente e soprattutto gambe e polpacci iniziano ad irrigidirsi a causa del difficile fluire del sangue. La vita sedentaria causa problemi anche al microcircolo, la causa principale di buccia d'arancia e cellulite. Inoltre i liquidi tendono a ristagnare provocando fastidi e dolori anche cronici col passare del tempo.

6) Osteoporosi, artrite, dolori alla schiena e alla cervicale, problemi di postura. L'uomo non è nato né strutturato per stare seduto. L'inattività porta ad una atrofizzazione dei muscoli. Col tempo si perde elasticità, tono e massa muscolare e il fisico diventa molle e flaccido.

7) Come se non bastasse, secondo un recente studio pubblicato sulla BMC Public Health, la vita sedentaria aumenta notevolmente i problemi di ansia.



Sei ancora dell'idea che è meglio spaparanzarsi sul divano a guardare la tv o è meglio dedicare anche solo 30 minuti al giorno per vivere meglio e in salute? 

Published in Salute
Written by
Read more... 0
A cura di Vitality

C'è chi lo ama e chi lo odia, chi ne ha fatto uno stile di vita e chi non ha nessuna idea di quello che si fa.
Stiamo parlando dell'allenamento in palestra e nello specifico l'allenamento con i pesi.
A frenare la maggior parte delle donne (ma anche uomini) a questa attività ci sono spesso leggende metropolitane o testimonianze negative di amici e parenti ma soprattutto tanta, troppa disinformazione sui benefici di questa essenziale attività fisica.

E' importante sottolineare che per avere dei benefici dall'allenamento servono innanzitutto costanza e tempo. Da non sottovalutare la scelta della struttura che deve assicurare un personale qualificato e di esperienza comprovata.
Ecco i 7 principali benefici dell'allenamento con i pesi.

1) aumenta la massa magra a discapito della massa grassa (adipe) che assicura un fisico tonico e snello

2) aumenta il metabolismo basale (si consumano più calorie anche a riposo)

3) rinforza la densità ossea (prevenendo l'osteoporosi)

4) è il miglior antidepressivo del mondo; l'attività fisica favorisce il rilascio della serotonina, l'ormone del benessere.

5) contrasta l'invecchiamento cellulare (è il miglior anti-Aging mai creato finora)

6) previene il diabete e tantissime altre malattie cardiovascolari

7) migliora la forza e la tua resistenza per affrontare le giornate

 
Published in Salute
Written by
Read more... 0

A cura di Vitality

Anche tu hai provato a perdere peso e non ci sei mai riuscito?  Oggi ti sveleremo che c'è un modo semplice, naturale e veloce per perdere peso che nessuno vuole farti sapere. Un modo che non comporta grossi sacrifici in termini di tempo, di rinunce a tavolo e che ti farà finalmente raggiungere gli obiettivi che ti sei posto: piacerti di più e piacere di più. Questo modo straordinariamente efficace consiste nell'aumentare il tuo metabolismo basale.

Ma di che si tratta? E come si fa? Continua a leggere l'articolo e lo scoprirai.

Il metabolismo è la velocità con cui il nostro corpo brucia le calorie per soddisfare i suoi bisogni vitali. 

Una volta che abbiamo chiarito il concetto di metabolismo, ecco alcuni consigli per accelerarlo. I vantaggi saranno che potrai bruciare più calorie (e quindi dimagrire più velocemente) anche quando sarai a riposo a casa o a lavoro.

Consiglio numero 1) Fai almeno due o tre allenamenti alla settimana di durata non inferiore ai 40 minuti.

Consiglio numero 2) Alterna attività aerobiche (spinning, zumba, step, acquagym, corsa, nuoto) con esercizi di tonificazione (sala attrezzi).

Consiglio numero 3) Quando ti alleni con i pesi o quando fai gli esercizi di tonificazione sforzati al massimo. L'allenamento ad alta intensità è infatti un potentissimo stimolo per accelerare notevolmente il tuo metabolismo.

Consiglio numero 4) Quando fai attività aerobica cerca di mantenere un ritmo costante, senza fermarti o concederti pause troppo lunghe. Esercitati ad una frequenza cardiaca intorno al 70-75% della tua frequenza cardiaca massima (chiedi al tuo istruttore) per almeno trenta minuti. Evita invece sessioni troppo lunghe, specie se non possiedi una condizione fisica adeguata.

Consiglio numero 5) Se hai poco tempo da dedicare allo sport, adotta delle soluzioni intelligenti: parcheggia qualche centinaio di metri più lontano, fai le scale a piedi anziché prendere l'ascensore, usa la scopa anziché l'aspirapolvere. Sono trucchetti semplici, ma anche loro aiutano ad accelerare il metabolismo.

Consiglio numero 6) Durante la giornata cerca di contrarre attivamente la muscolatura: appiattisci la pancia, stringi i pugni, muovi le gambe, contrai i quadricipiti. Queste contrazioni spontanee, a cui spesso non facciamo molto caso contribuiscono in maniera significativa ad accelerare il metabolismo.

Vuoi ulteriori consigli su come dimagrire in fretta e stare in forma? 

http://www.vitalityclub.org/percorsi-inutile/dimagrimento-ok-donna/ 

 

Published in Salute
Written by
Read more... 0

Già nel V secolo a.C. Anacreonte lo scriveva: «E di nuovo dalla rupe di Lèucade nel bianco mare mi tuffo, ubriaco d'amore».

L’innamorato, il vero innamorato, si sente come un ubriaco: confuso, inebriato, spaesato. In realtà non è solo una sensazione: è stato scoperto infatti che l’ossitocina – l’ormone dell’amore – si comporta (quasi) come l’alcol. L’amore è sempre stato considerato dagli scienziati, freddi e razionali, come un “semplice” concentrato di ossitocina che si libera nell’organismo. Ma cos’è l’ossitocina? Un ormone peptidico. In altre parole, un messaggero chimico che trasmette segnali da una cellula a un’altra. È costituito soltanto da 9 aminoacidi: è piccolo, ma potente. Che l’ossitocina abbia un ruolo importante nella contrazione dell’utero al momento del parto e nell’allattamento, e quindi nella formazione del legame materno, è noto da sempre. Quello che, invece, recentemente è stato scoperto è il suo “lato oscuro”, l’altra faccia della medaglia.
Uno studio svolto dai ricercatori dell’Università di Birmingham, in Gran Bretagna, ha dimostrato come siano sorprendentemente simili gli effetti dell’ossitocina e dell’alcol sulle nostre azioni. Entrambi, infatti, nonostante si leghino a recettori diversi all’interno delle nostre strutture cerebrali, agiscono aumentando la trasmissione dell’acido gamma-aminobutirrico (GABA) a livello della corteccia prefrontale e delle strutture limbiche. Il GABA è il principale neurotrasmettitore inibitorio nei mammiferi e l’aumento della sua trasmissione favorirebbe il rilascio di risposte automatiche che sono associate alle fasi precoci dello sviluppo; in altre parole, rimuoverebbe i cosiddetti “freni inibitori” come la paura, l’ansia e lo stress.
“Questi circuiti neurali – spiega Ian Mitchell, uno dei ricercatori - controllano il modo in cui percepiamo lo stress o l'ansia, soprattutto nelle situazioni sociali, come ad esempio le interviste, o il dover chiedere a qualcuno che ci piace di uscire”.
L’ossitocina aumenta l’altruismo, la generosità e l’empatia, e ci rende più propensi a fidarci degli altri. Ma, al contempo, può avere anche effetti negativi: così come l’alcol, causerebbe aggressività, arroganza, invidia dei rivali e propensione a cacciarsi nei guai. “Il motivo per cui una sostanza come l’ossitocina, che genera fiducia, possa anche provocare rabbia – spiega ancora Ian Mitchell – dipende dal fatto che le mamme sono programmate a diventare aggressive per proteggere i loro piccoli da eventuali pericoli”. Proprio a causa del lato oscuro dell’ormone dell’amore, Mitchell si dice scettico sul fatto che l'ossitocina possa essere utilizzata "come alternativ all'alcol, ma resta comunque una sostanza affascinante e, al di là delle questioni di cuore, ha un potenziale nel trattamento psicologico e psichiatrico". E aggiunge: "Speriamo che questa ricerca possa fare nuova luce sull'ossitocina e aprire nuove strade per la medicina".

Ossitocina e fedeltà
L’ormone dell’amore…o della fedeltà? È stato scoperto che l’ossitocina è coinvolta nell’aumento di fiducia tra gli individui. In uno studio condotto dall’Università di Bonn, si voleva determinare il ruolo dell’ormone nel mantenimento delle relazioni monogame. A questo scopo, è stata somministrata ossitocina oppure placebo a un gruppo di uomini eterosessuali ai quali, dopo mezz’ora, è stata mostrata una donna, indicata come “seduttrice”. Si è scoperto che quando l’attraente donna seduceva gli uomini sposati o fidanzati ai quali era stata somministrata l’ossitocina, questi mantenevano una distanza di gran lunga superiore rispetto a quelli che avevano ricevuto il placebo. L’ossitocina però non ha avuto nessun tipo di effetto sui soggetti single.

Published in Salute
Written by
Read more... 0
“Con 24.000 baci felici corrono le ore…” cantava Adriano Celentano. Ma corrono anche milioni, forse miliardi, di batteri.
È quello che è emerso da uno studio pubblicato su Microbiome e realizzato da un gruppo di ricercatori di Micropia, il primo museo di microbi al mondo ad Amsterdam, e dall’Organizzazione Olandese per la Ricerca Scientifica Applicata (TNO). Gli scienziati olandesi hanno studiato il fenomeno “bacio” in 21 coppie – di cui due coppie gay, una di sesso femminile ed una di sesso maschile - alle quali è stato chiesto di compilare dei questionari sulle loro abitudini in quanto a scambio di baci con il partner. Tramite l’utilizzo di tamponi, che hanno permesso di ottenere campioni sia di saliva che del materiale presente sulla lingua, è stata analizzata la composizione della popolazione microbica orale di ciascuna coppia, prima e dopo il bacio. Il numero di batteri trasferiti con un bacio è stato calcolato facendo bere a uno dei due partner 50 ml di yogurt probiotico contenente lattobacili e bifidobatteri e verificando la loro presenza nella bocca dell'altro partner dopo un bacio profondo.

"Un bacio intimo, che comporta il pieno contatto tra lingua e lingua e lo scambio di saliva, sembra essere un comportamento di corteggiamento unico per l'uomo ed è comune in oltre il 90% delle culture conosciute" ha affermato l'autore dello studio Remco Kort, nonché consigliere del museo Micropia di microbi ad Amsterdam. Ha aggiunto: "A nostra conoscenza , gli effetti esatti dei baci intimi sul microbiota orale non erano mai stati studiati: volevamo scoprire la misura in cui i partner condividono la loro flora batterica orale e ne è emerso che tanto più si baciano tanto più è simile".

La scoperta è stata destabilizzante: pare infatti che un “innocente” bacio della durata di soli 10 secondi possa permettere il trasferimento di oltre 80 milioni di batteri.
Bastano, inoltre, 9 baci al giorno per far sì che una coppia finisca per condividere il microbiota orale. Ad essere influenzata è però essenzialmente la porzione di batteri presenti nella saliva. Il microbiota sulla lingua è infatti di per sé simile nei due membri di una coppia, probabilmente, ipotizzano gli autori, a causa di altri fattori dello stile di vita condiviso, come l'alimentazione.
Ovviamente, la flora batterica orale dei due partners sarà tanto più simile quanto più frequenti sono i baci intimi che questi si scambiano.
Gli studi, inoltre, suggeriscono che la nostra bocca può ospitare oltre 700 tipi diversi di batteri, ma secondo l’indagine con un bacio alcuni si scambiano più facilmente di altri.

Il bacio alla francese è un grande esempio di esposizione a un gigantesco numero di batteri in un breve lasso di tempo.
Gli esperti invitano a continuare a baciarsi - perché questo scambio aumenta le difese immunitarie - e spiegano che la popolazione batterica della lingua rimane stabile, mentre sulla saliva i batteri tendono a cambiare. Le coppie che condividono la microflora orale finiscono per assomigliarsi anche riguardo al tipo di batteri, il che li rende sempre più simili e, in qualche modo, più temprati contro le malattie.

Anche Graham Rook, immunologo allo University College di Londra, consiglia caldamente di raccogliere il cibo che ci cade per terra, di baciare spesso genitori e parenti e di vivere con un cane. L’ossessione per l’igiene può essere foriera di maggiori patologie. Meglio baciarsi spesso, giocare con il nostro cane e se ci cade la focaccia per terra raccoglierla e mangiarsela di gusto.

Quindi, questo trasferimento di batteri che si verifica durante un bacio è un bene per noi. L'idea è plausibile, ma non è pienamente dimostrata dalle prove presentate in questo studio. A volte "un bacio è solo un bacio", anche se un bacio con la persona giusta può essere divertente.
Published in Salute
Written by
Read more... 0

In Evidenza

Facebook

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand
Tensivamente.it é una testata giornalistica registrata al Tribunale di Gela n.1/2013 | Direttore Responsabile - Stefania Pistritto | Editore - The Gela Times S.r.l.s. P.IVA | Tensivamente é un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati. Redesigned by Cooco Studio

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Cancel
Full Reviw on best bokkmakers by ArtBetting.NET
Read more for Ladbrokes the UK bookmakerLadbrokes UK - full information
The best online bookmaker in the UK read more... William Hill