Tensivamente

Ad ottobre inoltrato prende il via il campionato di pallacanestro di serie D, che vede ai nastri di partenza due squadre blasonate come il Basket School Gela e l'Amatori Messina. Due compagini che, qualche anno, fa si sono date battaglia nella più prestigiosa serie C e che domani si affronteranno sul parquet del PalaTracuzzi a partire dalle 18:00.
Qualche problema di formazione per la squadra gelese, costretta a rinunciare all'apporto dello squalificato Emanuele Caiola, così come di Burgio ancora convalescente dopo l'intervento subito al piede, seguito dalle cure del dott. Bernetti.
Da valutare le condizione di Gaspare Caiola che in allenamento ha accusato un problema al pollice. Comunque fiducioso coach Bernardo impaziente di iniziare la nuova stagione: "La squadra ha fatto un gran lavoro in pre-season. I ragazzi sono stati encomiabili per dedizione e spirito di sacrificio e alla lunga il lavoro pagherà.
Sono contento del grande apporto di esperienza portato in dote da La Rosa e Filetti. Tutto questo, abbinato alla esuberanza atletica dei fratelli Caiola e Sanfilippo, alla saggezza di Lo Iacono ed all'entusiasmo dei giovanotti del settore giovanile, ci permetterà nel breve volgere di qualche partita, di mostrare il nostro vero valore".
I padroni di casa dell'Amatori Messina, guidati da coach Mario Maggio, stanno vivendo un momento di transizione. Così come lo scorso anno la società neroarancio cercherà di valorizzare i giovani del vivaio che cresceranno con i consigli dei più esperti come il capitano Restuccia, Pastorino e Valitri.
Due squadre, quindi, pronte a testare le proprie capacità all'alba di un torneo che promette scintille, nella speranza, soprattutto in casa gelese, di riportare l'entusiasmo tra i numerosi appassionati del pallone a spicchi, desiderosi di  vedere all'opera il Basket School Gela. 

Published in Sport
Written by
Read more... 0
Solo una riunione interlocutoria quella di ieri sera al Comune di Gela, che inizialmente doveva vedere il confronto tra il sindaco Domenico Messinese e l'assessore Rocco D'Arma da una parte e il presidente del Gela, Angelo Mendola, dall'altra. Si, perchè la riunione c'è stata, con altri attori. Alla presenza della Commissione Sport e Cultura presieduta da Guido Siracusa e composta da Sara Bonura, Vincenzo Cirignotta, Crocifisso Napolitano e Vincenzo Giudice, è stato il Vice-Presidente del Gela, Fabio Fargetta ad argomentare le ragioni che hanno portato l'attuale Società biancoazzurra a prendere una posizione molto dura nei confronti dell'amministrazione comunale. Il nodo principale è rappresentato dalle somme che sono state destinate per la manutenzione ordinaria del "Vincenzo Presti" che, udite udite, ammontano alla "considerevole" somma di 5.000 euro. Soltanto 5.000 euro per manutenzionare lo stadio principale della città che versa in condizioni precarie e mai interessato da lavori infrastrutturali. "La Commissione ha recepito quanto lamentato dall'avv. Fargetta. Lunedì prossimo convocheremo Sindaco ed Assessore allo Sport per chiedere di inserire nel bilancio del piano triennale delle opere pubbliche un congruo capitolo di spesa che possa servire per sistemare in maniera decisa il vecchio impianto sportivo di Via Niscemi" - queste le parole del presidente della Commissione, Guido Siracusa. 
Promesse che potrebbero anche non servire per placare la proprietà stizzita del Gela, seppure a Fargetta sia sembrato che le parti possano arrivare ad un accordo.
"Appare davvero inverosimile, che dalle compensazioni Eni, ben 450.000 euro siano stati destinati ai lavori infrastrutturali del "Mattei" di Macchitella, senza pensare minimamente alle esigenze dello stadio principale - ha commentato il consigliere comunale Antonio Torrenti, che ha aggiunto - E' assurdo che il bilancio preveda una somma così ridicola per la manutenzione del Presti che è stato dichiarato agibile, ma con una serie lunghissima di prescrizioni da parte del Questore".
I tifosi, chiaramente, spingono per un netto cambio di direzione da parte dell'amministrazione comunale, facendo sentire la propria voce esponendo uno striscione all'ingresso del palazzo di Città:“Solo 5000 euro per il Presti: vergogna”.
Published in Sport
Written by
Read more... 0

Non è passato inosservato il messaggio lanciato dal presidente Angelo Mendola all'amministrazione comunale nel corso della conferenza stampa di venerdì scorso. Il massimo esponente della società biancoazzurra, assieme al vicepresidente Fabio Argetta lamentava il totale disinteresse della macchina amministrativa nei confronti del Gela e nella manutenzione ordinaria dello stadio "Vincenzo Presti". La risposta del Palazzo di Città è arrivata attraverso la Commissione Cultura-Sport-Istruzione che ha programmato un incontro alle 19:30 di questa sera, alla presenza del Sindaco Messinese, l'assessore allo Sport, D'Arma e naturalmente i vertici societari del Gela, rappresentati dal Presidente Angelo Mendola e dal suo vice Fabio Argetta. Un incontro che servirà a smussare alcune incomprensioni e soprattutto a chiarire in che modo il Comune avrà intenzione supportare la maggiore espressione del calcio cittadino.

Published in Sport
Written by
Read more... 0

Lo Special Olympics team Sicilia vivrà una settimana intensa e ricca di emozioni. Dal 12 al 15 Ottobre sarà presente a Roma per partecipare alla manifestazione "ChangeTheGame", in compagnia di Papa Francesco, Tim Shriver, Pietro Grasso, Luca Lotti, Giovanni Malagò assieme agli atleti del Mondo Special Olympics. Si comincia domani alle 11:00 con la conferenza stampa nel salone d'onore del CONI alla presenza di Giovanni Malagò e del Presidente Mondiale di Special Olympics Timothy Shriver, che riceverà il premio Mecenate Dello Sport - “Varaldo di Pietro” per il contributo fornito, a livello mondiale, alla diffusione della cultura sportiva intesa come momento di aggregazione e di crescita sociale. Il giorno successivo gli atleti Special Olympics e tutta la delegazione saranno ricevuti da Papa Francesco in udienza privata. Nella stessa giornata sarà disputata una gara amichevole di calcio a 5 unificato, che vedrà protagonisti atleti con e senza disabilità intellettive che giocheranno insieme nella stessa squadra,lanciando un messaggio di inclusione sociale. ll 14 ottobre dalle ore 10.00 appuntamento al Teatro del Campo Pio XI per il forum "#We#ChangeTheGame with PlayUnified”. Il Forum, condotto interamente dagli atleti Special Olympics, pone in primo piano, attraverso preziose testimonianze, le azioni che hanno determinato, fino ad oggi, processi inclusivi in Italia e nel mondo. Intende focalizzarsi su un nuovo obiettivo: “ChangeThe Game”, per passare da uno sport esclusivo per persone con disabilità intellettiva ad uno sport inclusivo per persone con e senza disabilità, ponendo l’attenzione sul potere dello sport come strumento capace di migliorare la vita di ognuno: dalla scuola all’autonomia, dal lavoro all’amore. La manifestazione si concluderà giorno 15 ottobre con la finale del Torneo di Calcio a 5 Unificato che vedrà la partecipazione di Team Special Olympics provenienti da 9 paesi europei.
Questa la delegazione Special Olympics che rappresenterà la Sicilia all'evento della capitale assieme agli atleti che parteciperanno alle gare: 

- Saluci Natale, Direttore Regionale Special Olympics Team Sicilia;
- Francesco Scimonelli, Referente Regionale Area Medico psico-pedagogica;
- Gianfranco Cassarino, Referente Regionale Area Tecnica;
- Sivana Palumbo, Referente Regionale Area Volontari;
- Salvatore Buccheri, Referenre Regionale Area Famiglia;
- Emanuela Belluomo, Referente Regionale Area Atleta;
- Sergio Minniti, Direttore Provinciale di Messina;
- Salvatore Marletta, Direttore Provinciale di Catania;
- Fabio Cilia, Direttore Provinciale di Ragusa.



 
 
Questa sarà una settimana importante per il mondo della disabilità intellettiva in Sicilia,
l’obiettivo è quello di sviluppare in tutto il territorio dell’isola, la filosofia ed il programma
educativo ed abilitativo di special Olympics per potere creare le condizioni socio politiche
per mettere in condizione i soggetti con disabilità intellettiva di essere inclusi nella società
non solo nello sport attraverso lo sport unificato ma nella vita quotidiana.

Il Direttore Regionale
Special Olympics Team Sicilia
Natale Saluci

Published in Sport
Written by
Read more... 0
Trasferta poco fortunata per il Gela che perde in casa della capolista Ercolanese e vede allontanarsi la vetta che adesso dista 8 punti. Finisce 3 a 1 per i padroni di casa che colpiscono a freddo dopo appena 6 minuti con un tiro dagli undici metri di Sorrentino, dopo un calcio di rigore assegnato dall'arbitro per un fallo di mano di Cuomo. Gli uomini di Romano hanno la forza di riequilibrare le sorti dell'incontro immediatamente, ancora una volta con un calcio da fermo di Tommaso Bonanno (alla terza rete in tre gare). La squadra granata torna in vantaggio al 31' ancora con Sorrentino ed ancora su calcio da fermo. Nella ripresa gelesi più volte vicini al pareggio prima con Cosenza che vede il suo tiro respinto sulla linea da un difensore avversario, poi con Alma ed infine ancora con Bonanno. Allo scadere è Rossi a segnare la rete del definitivo 3 a 1, spegnendo ogni velleità di rimonti della formazione gelese.
Una sconfitta che fa male quella maturata in terra campana, che arriva dopo il pareggio esterno a Messina e quello maturato al "Vincenzo Presti" contro la Nuova Igea. Certo, siamo ancora ad Ottobre e non è il caso di fare drammi, ma un campanello d'allarme in casa biancoazzurra comincia a squillare. A parziale scusante della compagine gelese si possono indicare le contemporanee assenze di gente del calibro di Moi, Campanaro e Gallon (sebbene Bonanno abbia dimostrato di non far rimpiangere l'attaccante sardo). Il Gela ha pur sempre una gara da recuperare, con la Vibonese in casa. Ma si avverte la sensazione che i bonus a disposizione di mister Romano comincino a diminuire in maniera sensibile. Le dichiarazioni in conferenza stampa subito dopo il match interno contro l'Igea Virtus, in cui il tecnico gelese sottolineava l'incapacità della sua squadra di sopportare la pressione dell'ambiente, hanno fatto storcere il naso a molti. Occorre invertire immediatamente la rotta se si vuole evitare di perdere troppo terreno dalle tre battistrada che comandano la classifica. Non ci sono più scuse. Il capitale di uomini messo a disposizione del tecnico gelese è di prim'ordine e l'attuale posizione in graduatori sembra non rendere giustizia al valore della squadra. 


Ercolanese: Mascoli, Rossi, Esposito, Costantino(dal 44’ st. Fontana), Varchetta, Poziello, Sorrentino(dal 42 ’st. Pastore), Ausiello, El Ouazni (dal 25’ Prisco), Vitiello, Rekik.
A disposizione: Barone, Fusco, Arciello, Minopoli, Fontana, Pastore, Tedesco, Prisco, Giacobbe.
All. Luigi Squillante 

Gela: Biondi, De Luca(dal 44’ Roccella), Bruno, Cuomo (dal 32’ st. Trombino), Brugaletta, Raimondi, La Vardera, Cosenza (dal 25’ st. Bonaffini), Dorato, Alma, Bonanno
A disposizione: Cascione, Roccella, Bonaffini, Chidichimo, Campanaro, Tomaino, Iannizzotto, Cataldi, Trombino.
All. Pippo Romano

Arbitro: Kumara Sajmir di Verona 

Marcatori: 6’, 31’ Sorrentino, 12’ Bonanno, 45’ st. Rossi  

Published in Sport
Written by
Read more... 0
Sotto il segno della continuità il Futsal Macchitella sbanca il campo del Gagliano e conquista tre punti che gli consentono di restare in vetta alla classifica del campionato di serie C2. Finisce 10 a 6 per la formazione biancorossa al termine di un match giocato senza la consueta determinazione che fin qui ha contraddistinto il cammino dei ragazzi di mister La Rosa. Gelesi che chiudono il primo tempo con il minimo scarto, dilagano poi nella seconda frazione, imponendosi su un campo in cui sarà difficile far punti per chiunque. Le reti portano le firme di Caglià (tripletta), Capizzello ed Infurna (una doppietta a testa), Morteo, Guaia e Casano.
Questo il commento di mister Giuseppe La Rosa a fine gara: "Giochiamo ancora a sprazzi e facciamo troppi errori ma siamo ad inizio campionato ed è importante fare punti, specie su un campo difficile come quello di oggi. Come ho detto ai ragazzi è più facile crescere e migliorare facendo punti, quindi bene così e testa alla prossima partita".
Published in Sport
Written by
Read more... 0
Ne ha per tutti Angelo Mendola all'indomani della apertura ufficiale in città del Centro Federale Territoriale della Figc. Il presidente del Gela è intervenuto con un comunicato stampa con il quale bacchetta le istituzioni  e uno degli sponsor principali della nazionale italiana (l'Eni ndr). Al massimo esponente della società biancoazzurra non è andato giù il mancato invito personale alla cerimonia. Certamente un gesto di cattivo gusto nei confronti del patron della SSD Città di Gela che, non meritava assolutamente di essere snobbato dai vertici federali. Ma le note polemiche di Angelo Mendola continuano anche sul versante delle sponsorizzazioni e in materia di manutenzione del "Vincenzo Presti" che aspetta un restyling da parecchi anni. 
Presidente che, dopo aver lamentato il numero esiguo di abbonamenti venduti, chiude la sua nota polemica con un avviso ai naviganti, prospettando un suo disimpegno nella conduzione del Gela, nel caso in cui il disinteresse attorno alla squadra dovesse persistere.
Ma di seguito ecco il comunicato integrale:

Anche noi del Gela Calcio siamo contenti nel sapere che questa città ha ottenuto un Centro Federale Territoriale della Figc. Questo vuole dire che cresce la coscienza in tutti e che puntare sullo sport in genere e, sul calcio in  particolare, può essere un fattore di miglioramento  sociale e volano di sviluppo economico – queste le parole del Presidente del club biancazzurro Angelo Mendola all’indomani della presentazione del Centro Figc in città – Tuttavia - continua il massimo esponente della maggiore espressione calcistica della città -  avremmo di certo gradito un invito personale alla presentazione ufficiale della iniziativa, ma così non è stato. Come dirigente mi auguro che prima o  poi qualcosa di buono accada anche intorno a noi. Chiaramente mi riferisco alla delusione degli abbonamenti venduti: pochissimi.  Anche per le sponsorizzazioni le cose non sono andate bene, anzi, malissimo. Eppure,  io  e la mia famiglia, abbiamo assunto un impegno decisamente gravoso anche in termini economici per portare questa squadra a disputare un ottimo campionato e pensare a campionati più importanti. Intorno a noi, però, non vediamo interesse nel sostenere la squadra, anzi,  mi sento un po' abbandonato. Vedere il campo di Macchitella, oggi sede dal centro federale territoriale, con sponsor di prim’ordine  quali Eni, Fiat, Ferrero mi fa stare un po' male. Penso che, allora, ho fatto male a dedicare le nostre risorse economiche per investire in una squadra di calcio che potrebbe essere prossima alla Lega Pro e portare il nome della Città di Gela un giro per l'Italia .  Di fatto lamento  che la mano d'aiuto  promessa da parte di tutti  non c'è stata .  Il campo di Macchitella è prossimo a ricevere investimenti per adeguamento di strutture e a questo punto anche Eni investe con sponsorizzazioni  e, quindi,  non può dire che non investe nello sport e nel calcio in questa città . Mi auguro che qualcuno si muova per come ha promesso di fare e che il Gela Calcio riceva le giuste attenzioni che deve ricevere e che entro poco tempo parta la manutenzione ordinaria e straordinaria del “Vincenzo Presti” che da due anni il popolo sportivo attende. Non vorrei tornare a pensare di aver fatto male a  prendere questa squadra e di aver investito tanto per metter in piedi una rosa e tecnici degni della tradizione calcistica gelese  e di questo campionato.  Insomma non vorrei ritornare sui miei passi”.  
Published in Sport
Written by
Read more... 0
 Eni, già Top Sponsor delle squadre Nazionali FIGC, ha deciso di sostenere fino al 2018 anche il Settore Giovanile e Scolastico della Federazione nell’ambizioso progetto dei CFT, Centri Federali Territoriali. 
Ieri è stato avviato il Centro Federale Territoriale di Gela (il secondo in Sicilia), una città molto importante per Eni. Si tratta di una nuova opportunità per i giovani ragazzi e ragazze gelesi di entrare in un importante progetto di educazione e formazione, attraverso il calcio, e che consente a Eni di continuare a promuovere iniziative di valorizzazione e crescita del territorio.
Grazie all’accordo tra FIGC e AC di Gela, il Centro Sportivo Enrico Mattei di Macchitella a Gela sarà riconvertito in Centro Federale Territoriale. L’operazione consentirà alla comunità di usufruire a pieno dell’area dedicata, e alla Federazione di poter avviare attività di formazione ed educazione sportiva per i giovani del luogo. Valori positivi fondamentali, che Eni e FIGC condividono da sempre, come l’integrazione, aggregazione, la fiducia nei giovani, il gioco di squadra e il rispetto delle regole. Per questi motivi Eni crede nel progetto dei Centri Federali Territoriali, diventandone Sponsor Ufficiale e indicando Gela come città pronta a ospitarne uno.
Iniziative come il Centro Federale Territoriale si inseriscono in un più ampio piano di Eni per lo sviluppo di Gela, siglato a Roma il 6 novembre 2014 con Il Ministero dello Sviluppo Economico, la Regione Siciliana, il Comune di Gela, le organizzazioni sindacali e Confindustria Centro Sicilia.
La conferenza stampa di presentazione del Centro è stata anche l’occasione per lanciare il bootcamp «#energiaperlazionale», che si svolgerà sabato 28 ottobre al Teatro Comunale Eschilo di Gela. Un contest aperto ai giovani del Comune di Gela in cui i ragazzi dovranno realizzare un video educational in grado di approfondire, in modo divulgativo, diversi temi sull’energia a partire da parole chiave del mondo del calcio. La giornata di workshop sarà guidata dai divulgatori della Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM). I primi classificati avranno l’opportunità di viaggiare sullo stesso volo della Nazionale per assistere all’amichevole Inghilterra – Italia del 27 marzo 2018.
Tutte le informazioni sulle modalità di iscrizione al bootcamp«#energiaperlanazionale» sono consultabili su eni.com\bootcampGela
Published in Sport
Written by
Read more... 0

 

Con una conferenza stampa presso la ex Chiesetta San Giovanni Battista ha aperto i battenti a Gela il nuovo Centro Federale Territoriale della FIGC. Il Centro affianca in Sicilia quello già esistente a Palermo e diventerà uno dei 30 poli di eccellenza per la formazione tecnico-sportiva di giovani calciatori e calciatrici di età compresa tra i 12 e i 14 anni. La sede è stata individuata presso il Campo Sportivo ‘Enrico Mattei’ di Viale Fontanarossa e sarà coordinato da una figura storica del calcio locale, Rosario Savasta.
Nel corso della conferenza stampa sono intervenuti Vito Tisci, Presidente del Settore Giovanile e Scolastico della FIGC; Luigi Ciarrocchi, ENI Executive Vice President Direzione Italian Region e responsabile Programma Gela; Domenico Messinese, Sindaco di Gela; Emanuele Caroppo, Professore Università Cattolica del Sacro Cuore; Vito Di Gioia, Segretario SGS; Santino Lo Presti, Presidente CR LND Sicilia; Aldo Violato, Coordinatore SGS Sicilia. Gli stessi hanno illustrato esaurientemente il progetto che prevede il coinvolgimento dei migliori giovani talenti siciliani che saranno seguiti dagli occhi esperti dei formatori FIGC. 
Al termine della conferenza gli intervenuti si sono spostati tutti all' ‘Enrico Mattei’ per il primo allenamento dei gruppi dei calciatori (per un totale di 50 talenti Under 13 e Under 14) e delle calciatrici (in questo caso un gruppo di 25 calciatrici Under 15) selezionati dai tecnici federali tra le società dilettantistiche della zona.

Nell’occasione, inoltre, la FIGC ha illustrato i risultati dello studio scientifico svolto nel corso della terza edizione del “Progetto Rete!”, l’iniziativa rivolta ai minori stranieri non accompagnati e neo maggiorenni (16-19 anni) richiedenti protezione internazionale residenti presso centri di accoglienza della rete territoriale SPRAR di tutta Italia. Oltre alla parte tecnica, che nel 2017 ha coinvolto circa 400 ragazzi tra i 15 e i 19 anni, provenienti da 30 diverse strutture dislocate su tutto il territorio, parte integrante del progetto è proprio l’approfondimento scientifico condotto dall’Università Cattolica del Sacro Cuore, che ha l’obiettivo di identificare e valutare le modalità in cui il calcio possa essere utilizzato nei contesti di maggiore “vulnerabilità” e predisposizione al disagio psichico, come nei soggetti richiedenti asilo e rifugiati, e quanto l’attività calcistica possa rappresentare un veicolo di integrazione. Nel corso dell’incontro, verrà presentato anche il format per l'edizione 2018 di “Rete!” che prenderà il via attraverso una prima attività sul campo tra i ragazzi degli Sprar della zona e la formazione Allievi della Giovanile Gela, con l’obiettivo di avviare un percorso concreto di inclusione sociale.
Published in Sport
Written by
Read more... 0

Un Gela implacabile sbanca il Tupparello di Acireale e stacca il biglietto per i sedicesimi di coppa Italia. Sono bastate due reti, una per tempo, alla squadra di Pippo Romano per avere ragione di un Acireale impalpabile e quasi mai pericoloso dalle parti della porta gelese.
Una partita dominata dai biancoazzurri che, seppure con una formazione ampiamente rimaneggiata, ottengono una vittoria che inorgoglisce i tifosi gelesi, soprattutto quella trentina di impavidi presenti al "Tupparello", capaci di sfidare le intemperie e soprattutto l'atmosfera rovente dei sostenitori della squadra padrone di casa.
Imbarazzante la superiorità degli uomini di mister Romano che hanno giganteggiato in mezzo al campo, dimostrando di tenere al passaggio del turno.
Squadre in campo con le cosiddette "seconde linee" ma tra le due contendenti è il Gela che dimostra subito di trovarsi a proprio agio sul terreno di gioco in precarie condizioni.  
Al 4' è subito Iannizzotto a sfiorare il vantaggio ma il suo tiro viene deviato in corner da Provaroni. Il Gela comanda il gioco attendendo il momento propizio per affondare il colpo, rischiando qualcosina solo al 27' quando Aloia scalda i guantoni di Cascione. Al 34' è ancora la formazione biancoazzurra a sfiorare il gol con Bonanno, ma Provaroni riesce ancora una volta a salvare la propria porta. Un minuto prima del riposo il Gela riesce a sfondare. Cataldi raccoglie un assist di iannizzotto e con un preciso rasoterra beffa il portiere acese.
La musica non cambia neanche nella seconda frazione di gara, nonostante i cambi effettuati dai due allenatori, è sempre il Gela ad avere in mano il pallino del gioco sfiorando il raddoppio con Dorato subentrato al compagno di squadra Trombino. La rete del raddoppio arriva ancora da una magia di Bonanno che al 22' con un preciso calcio di punizione spedisce il pallone in rete. Acireale al tappeto e Gela alle stelle. I restanti minuti di gara si giocano sotto una pioggia incessante che però non scoraggia i cori dei support gelesi, con il risultato che resta invariato fino al triplice fischio finale.
Certi risultati sono molto più significativi di quello che sembrano e la vittoria del Gela sull'Acireale fa parte di questa casistica, e non solo per l'antica rivalità di campanile. Gela che da questo successo può ricavare linfa vitale sulla consapevolezza della propria forza in vista della trasferta di campionato di domenica prossima in casa della capolista Ercolanese.

Acireale: Provaroni, Tumminelli, Dadone, Manes (dal 23' del st Barraco), Lordi, Cocimano, Aleo (dal 1' del st Di Maio), Trippa (dal 10' del st Palermo), Aloia, Pannitteri (dal 20' del st Lombardo), Gualdi (dal 10' del st Lo Nigro)
A disposizione: Scapolo, Barraco, Sciannamè, Albertini
Allenatore: Pietro Infantino


Gela:
Cascione, De Luca, Bruno, Marinali (dal 47' del st Tomaino), Raimondi, Brugaletta, Bonaffini, Trombino (dal 17' del st Dorato), Iannizzotto, Bonanno, Cataldi
A disposizione: Incardona, Roccella, Cuomo, Cosenza, La Vardera, Alma
Allenatore: Giuseppe Romano

Marcatori: Cataldi al 45', nel s.t. Bonanno al 22' 




Published in Sport
Written by
Read more... 0

In Evidenza

Facebook

CookiesAccept

NOTE! This site uses cookies and similar technologies.

If you not change browser settings, you agree to it. Learn more

I understand
Tensivamente.it é una testata giornalistica registrata al Tribunale di Gela n.1/2013 | Direttore Responsabile - Stefania Pistritto | Editore - The Gela Times S.r.l.s. P.IVA | Tensivamente é un marchio registrato, tutti i diritti sono riservati. Redesigned by Cooco Studio

Login or Register

LOG IN

Register

User Registration
or Cancel
Full Reviw on best bokkmakers by ArtBetting.NET
Read more for Ladbrokes the UK bookmakerLadbrokes UK - full information
The best online bookmaker in the UK read more... William Hill